POST RECENTI

lunedì 10 febbraio 2014

Strudel con pere al vino, frangipane alle nocciole e salsa di cioccolato fondente


Sono nata sotto il segno della Bilancia.
Forse è da lì che deriva il mio senso di giustizia, di equità ed il bisogno di trovare sempre un equilibrio, di mettere ogni tassello al posto giusto.
Ed era un pò di tempo che c'era un tassello che non trovava (incredibilmente) il suo posticino, il luogo dove avrebbe dovuto essere.
Per me è giusto che, se una persona merita, venga premiata.
Per me è giusto che, se una persona ha del talento, questo le venga riconosciuto.
Per me è giusto che, quando una persona meritevole vince, le vengano tributati tutti gli onori e anche qualcosa di più..
Insomma: per me è giusto e sacrosanto che questo mese la Mari abbia vinto l'MTChallenge (eccol'hodetto :-) ) con il suo strepitoso spezzatino di cervo , ed è giusto e naturale anche chiedersi com'è che non sia successo prima.. :-) Secondo me da tempo era arrivato il suo momento: la sua bravura è sotto gli occhi di tutti, unita alla sua serietà, alla sua passione e grande esperienza in cucina.
E qui la smetto, non vorrei scadere in eccessiva adulazione -troppo tardi? :-) . Tanto più che Mari sa esattamente come la penso, dopo mesi di frequentazione virtuale :-).
Lo strudel proposto da Mari, introduce e ci accompagna alla scoperta della cucina mitteleuropea, la cucina dell'Europa Centrale che comprende gli stati dell'Austria, Repubblica Ceca, Germania, Polonia, Slovacchia, Ungheria. Questi stati hanno avuto una comunanza storica a partire dal XX secolo e come spesso avviene, questa condivisione si è riflessa anche in cucina, con ricette comuni a diversi di questi stati.
Lo strudel è uno di queste, ha visto in Austria il luogo di maggior diffusione, e lo stesso è accaduto nelle regioni italiane con essa confinanti: il Trentino Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia e il Veneto.

Immagine dal web

Mari abita a Trieste e da lì alla corte austriaca il passo è stato breve, almeno nella mia testa :-) e nei panni di Sissi, imperatrice d'Austria, la nostra Mari da vera regina della casa, ripristina la pace coniugale, pareggiando un conto che da troppo tempo aveva in sospeso col gentil consorte Christian, vincitore l'anno scorso alla sua prima partecipazione.. Ora pace è fatta, e finalmente  l'equilibrio (ehm.. .) e l'ordine sono stati ristabiliti! :-) ehehehe





Strudel con pere al vino, frangipane alle nocciole e salsa di cioccolato fondente

Ingredienti
Per la pasta
150 g di farina 00
100 ml di acqua calda
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
1 pizzico di sale
Per il ripieno
600 g di pere Abate non troppo mature
250 ml di vino rosso liquoroso
120 g di zucchero integrale muscovado
1 cucchiaio di cacao amaro
1 cucchiaino di cannella in polvere
Per la crema frangipane alle nocciole
100 g di nocciole tritate non troppo finemente
100 g di zucchero
100 g di burro appena morbido
1 uovo
30 g di amido di mais
2 cucchiai di sciroppo della cottura delle pere
Per la salsa di cioccolato
100 g di cioccolato fondente al 70%
150 ml di sciroppo di cottura delle pere
Per guarnire
nocciole spezzettate q.b.
-.-
20 g di burro fuso per spennellare la superficie

Preparate la pasta mescolando in una ciotola la farina, l'olio e il sale. Aggiungete l'acqua calda e mescolate fino a che non sia stata assorbita completamente dalla farina. Trasferite il composto su piano di lavoro e impastate brevemente per qualche minuto. Il risultato sarà un composto morbido ma facilmente lavorabile che non si attaccherà alle mani,  Coprite con pellicola o un canovaccio umido e fate riposare per mezz'ora.
Nel frattempo preparate il ripieno:
Crema frangipane: in una ciotola montate con un frullatore elettrico il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungete l'uovo leggermente sbattuto e lo sciroppo delle pere, unite poi le nocciole e l'amido di mais sempre continuando a montare. Tenete da parte.
Sbucciate le pere, tagliatele in quarti e togliete il torsolo. Quindi affettatele a cubetti.
In una padella portate a leggero bollore il vino con lo zucchero, il cacao setacciato e la cannella. Unite le pere e cuocete per 10 minuti. Spegnete e fate raffreddare le pere nel loro sciroppo.

Pre-riscaldate il forno a 180° statico.
Riprendete la pasta. Mettete una tovaglia bianca di lino o cotone (lavata con sapone neutro e ben sciacquata) sul piano di lavoro, infarinatela leggermente ed appoggiatevi la pasta appiattendola leggermente con le mani.
Cominciate a stenderla con il mattarello dandole una forma quadrata. 
Proseguite a mano sollevando la sfoglia col dorso delle mani e pian piano tirandola da tutti i lati fino ad ottenere una lunghezza di circa cinquanta centimetri per lato.
Appoggiate la sfoglia e tirate con le dita le estremità che saranno rimaste un pò più spesse.
Spalmate la crema frangipane su tutta la superficie, lasciando liberi circa 2 cm dal bordo.
Aggiungete le pere ben scolate dal liquido di cottura e distribuitele uniformemente. 
Cominciate ad arrotolare la pasta aiutandovi con la tovaglia, fate un paio di giri e ripiegate i bordi verso l'interno, poi proseguite ad arrotolare.

Adagiate lo strudel su una teglia foderata di carta forno, spennellate la superficie con burro fuso e cuocete per circa 30 minuti. Verificate col vostro forno, a me sono bastati 25 minuti. La superficie dello strudel dovrà essere solo leggermente dorata.
Sfornare e lasciar raffreddare.
 Preparate la salsa portando a bollore lo sciroppo di cottura delle pere.
Spezzettate il cioccolato in una ciotola e unitevi lo sciroppo.
Mescolate bene fino a che il tutto non si sia ben amalgamato. Lasciate intiepidire.

Tagliate lo strudel a fette, in ogni piatto mettete un fetta di strudel e versatevi a lato la salsa al cioccolato, guarnite con nocciole tritate grossolanamente.


Con questa ricetta partecipo all'MTC di Febbraio 2014
 gli sfidanti

32 commenti:

  1. Francy cara come sempre una magistrale interpretazione, dove trapela tutto il tuo amore e tutta la tua dedizione per questa sfida. Sento battere il tuo cuore in questa ricetta: delicata, raffinata, ma ricca di gusto! Hai fatto degli accostamenti che amo alla follia, che, quando li provo mi regalano sensazioni gustative impareggiabili (Cioccolato-nocciole; pere-vino; muscovado-con tutto il resto) La sfoglia poi, enorme e sottile, come previsto dal regolamento. Come sempre, sempre fedele al tuo stile, brava. Ti abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
  2. ME-RA-VI-GLIA!!!
    come al solito Fra riesci a rendere speciale ogni ricetta che proponi...questo studel con le pere è a dir poco da urlo...e quella salsina allo cioccolato!??!?!?!
    senti un po'...ma un assaggino, si può avere?
    bacio grande

    RispondiElimina
  3. Veniamo prima al disegno..perfetto! Ma la salsa al cioccolato fondente con lo sciroppo di cottura delle pere? Ma come ti vengono queste idee? Wow.... Francy..... Che sfida questo mese! Baci Flavia

    RispondiElimina
  4. Christian arrotolato dentro un mega strudel che sventola bandiera bianca......ma non ci credo!!!!
    Divertente, spiritosa e brava.
    Lucida e golosa quella salsa, tanta roba la frangipane nello strudel!:))))

    RispondiElimina
  5. Questa ricetta ha il dono della parola...Meraviglia!

    RispondiElimina
  6. Ma che meraviglia!!! Strepitoso!!

    RispondiElimina
  7. mi sono sciolta come quella salsa al cioccolato solo a leggere pere e frangipane :)
    sei sempre un passo avanti bimba, è un capolavoro di strudel
    e quella vignetta? fortissimissimaaaaaaaaaaaaaa :))))
    baciotti, buona giornata

    RispondiElimina
  8. Meravigliosa, Francy e splendide le tue parole. Mi trovo in questa ricerca di gistizia e di equilibri.... forse perché anche io sono una bilancina? Non so, ma qui ogni cosa è al suo posto e tu, tu sei rande!!!
    Bravissima.

    RispondiElimina
  9. Brava!
    Io che non vado matta per lo strudel una fetta del tuo lo assaggerei volentieri!!!!
    A presto..
    Laura

    RispondiElimina
  10. Sempre fantastica Francy!! Sara' che anch'io sono una bilancina, ma sottoscrivo ogni tua singola parola e condivido la felicita' per la vittoria della Mari e l'entusiasmo per questa ricetta, che tu hai, come sempre, magistralmente interpretato: quella sfoglia che svolazza come una mussola di cotone ne e' la conferma. La principessa Sissi armata di mattarello porta la tua firma....

    RispondiElimina
  11. Bè...sono bilancia anche io, e mi unisco al coro di complimenti!!!
    La tua proposta è invitantissima, e trovo che pere, nocciole e cioccolato insieme vadano proprio a nozze! Che gola!!!

    RispondiElimina
  12. ciao carissima, è da troppo tempo che non passavo a salutarti....
    lo strudel è sempre il mio dolce preferito e da buona altoatesina ti confermo che questa tua versione mi piace davvero tanto, adoro pere e cioccolato
    bacioni
    p.s. sono anche io una bilancia!!!

    RispondiElimina
  13. Franci sei unica! Me la immagino proprio così, Mari, con il povero Christian arrotolato....pronto per il forno.
    Bellissima la tua idea dello sciroppo e del cioccolato.
    Pere.... anche tu....
    A presto
    Nora

    RispondiElimina
  14. Carissima Francy tu mi commuovi. Per tutte le cose belle che mi dici da sempre, per l'amicizia che mi dimostri in mille modi, per quel tuo modo speciale e delicato di scherzare, sempre così divertente ma rispettoso. Per questo tuo disegno, che come sempre riesce a cogliere nei tratti l'essenza delle situazioni e delle persone, con leggerezza e intelligenza. E poi, ti posso dire una cosa? Nei panni di Sissi mi ci vedo proprio bene :) e vedo anche benissimo mio marito arrotolato nel tappeto a mo' di ripieno di uno strudel. Davvero, grazie di cuore, non ho parole, questo disegno lo conserverò insieme alla cozza che scappa con le gambe e io, sempre armata di mattarello, che la inseguo :)
    E poi mi fai morire..."E qui la smetto, non vorrei scadere in eccessiva adulazione -troppo tardi? :-)" :D
    Per quanto riguarda il tuo strudel... ha una caratteristica che quasi sempre hanno le tue ricette, soprattutto quelle meglio riuscite e cioè che sembrano normali, ma solo a una prima lettura degli ingredienti, perchè poi si svelano piano piano, è come se avessero bisogno di attenzione per essere capite e per rivelarsi per quella meraviglia che sono. Ecco, si legge strudel, pere, cioccolato, nocciole e si pensa:"ma che bell'idea, che bell'accostamento!" e poi si va avanti e si resta a bocca aperta nello scoprire che le pere non sono solo pere ma sono Abate non troppo mature, che non sono messe lì così nell'impasto ma che prima sono state cotte e sciroppate, ma non così semplicemente bensì nel vino liquoroso con il cacao (amaro), lo zucchero (muscovado) e la cannella e che, come se non bastasse, quello stesso profumatissimo sciroppo è stato utilizzato per la salsa d'accompagnamento. Potrebbe bastare tutto ciò ma poi si scopre anche che le nocciole non sono state messe lì così (stesso discorso delle pere) ma che sono state utilizzate per una frangipane... E ci sono anche altri dettagli che però è meglio se tralascio se non va a finire che questo commento mi diventa grande come un lenzuolo, magari bello e sottile al pari della tua sfoglia :)
    Che dire... mitica Francy, grazie di cuore per la tua proposta.
    Mari

    RispondiElimina
  15. B E L L I S S I M O ! Davvero perfetto, una sfoglia che è spettacolare, e quel cioccolato vogliamo parlarne???

    RispondiElimina
  16. Francy, per prima cosa il disegno: bello come al solito!!!Non sai quante persone ci hanno fatto i complimenti per il nostro chiedendo chi l'aveva fatto. Poi mi voglio accodare a ciò che hai detto riguardo a Mari. Siamo tutte/i bravi e ne ho avuto conferma il mese scorso, ma la ricetta di Mari aveva qualcosa in più.
    Per quanto riguarda lo strudel mi piace tanto questa tua proposta, con la crema frangipane e le pere al vino deve essere davvero buona!!

    RispondiElimina
  17. Un signor strudel! la pasta dello strudel mi sembra a dir poco PERFETTA! Che dire poi dei tuoi sempre fantastici disegni? In questi giorni mi sento in un vortice ed ora capisco il perchè, mia moglie mi ha arrotolato ben bene ;-)
    Un abbraccione
    Cristian

    RispondiElimina
  18. spetta spetta te eh... che vieni a fare i complimenti a me quando qui hai creato un capolavoro!!! quella frangipane alle nocciole cosa non è? e quella salsa al cioccolato con sciroppo di cottura delle pere!!!!!!!!!!!! potrei restarci secca stavolta, dico sul serio.
    e poi, ultimo ma non ultimo, il ritratto della Mari............ io al suo posto lo appenderei in cucina, in bella vista!!!! sei un genio.
    bacio!

    RispondiElimina
  19. mai sentita la frangipane alle nocciole...facciamo così...passa una bella fettina che ti dico tutto!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. No, la crema frangipane ... quella meravigliosa crema frangipane alle nocciole, con le pere, e con il cioccolato ... no ... potrei svenire!

    RispondiElimina
  21. ecco, io allatto ed è peggio di essere incinta in quanto a voglie. Ma sei matta a mettere tutte queste cose nello stesso rotolino? E soprattutto sei matta a non farmelo assaggiare???????

    RispondiElimina
  22. Mi pareva di aver commentato...bah sarò talmente fusa che mi sono persa qualcosa.
    Bella ricetta, il frangipane l'adoro e la salsa al cioccolato con il sugetto delle pere è una splendida idea, soprattutto il pensiero del vino!

    RispondiElimina
  23. Eccomi anche qui... La sfoglia è strepitosa, e in quella salsa di cioccolato mi ci tufferei ciao simo

    RispondiElimina
  24. Franci, io son morta. dal ridere, sulla vignetta. E dal deliquio :-) sulla ricetta. Ma cosa non è questo strudel, cosa non è....un concentrato di golosa raffinatezza, senza le sbavature del troppo dolce e senza il distacco del troppo elegante, in quella medietà che stavolta si fa eccezionalità- di bravura e di gusto. Giochi sempre col cuore, e stavolta è ben ben oltre l'ostacolo. Bravissima!

    RispondiElimina
  25. Forse sarò ripetitiva nei miei commenti, ma vorrei proprio assaggiare queste bontà!!!
    P.s. COn le vignette c'azzecchi sempre!!! :D

    RispondiElimina
  26. Franci, l'idea della frangipane nel ripieno è geniale,mi piace tutto! E poi vorrei vincere l'MTC solo per farmi fare un disegno da te! Grandissima!!!

    RispondiElimina
  27. I tuoi disegni sono sempre più spettacolari! Con questo ti sei davvero superata, è simpaticissimo! Ma non nasconde certo la ricetta, garbata e saporita, che è lì pronta solo a farsi mangiare.

    Fabio

    RispondiElimina
  28. Carloni, sottoscrivo ogni parola detta su Mari: meritava di vincere da tempo e son davvero felice che stavolta le sia toccato! :D
    Il disegno è qualcosa di meraviglioso! Tu hai del talento nel capire le persone e rappresentare la loro essenza in un piccolo disegno: brava brava brava!
    Quanto allo strudel, wow! Mi piace tutto, ma veramente tutto della tua versione!
    Un bacio e buona settimana!

    RispondiElimina
  29. Non ho altre parole: una vera meraviglia!!
    Per non parlare dei 10 minuti di risate che mi sono fatta guardando il tuo disegno!! :D

    RispondiElimina
  30. Troppo divertente!! Troppo brava: la foto con in mano la sfoglia è mitica!!!

    RispondiElimina
  31. si ma allora???!!! Una meraviglia!! E la sfoglia che meraviglia...insomma tutto un capolavoro.Bravissima

    RispondiElimina
  32. Anche questo strudel è uno spettacolo!!!! Franci sei stata bravissima ed originale!!! E poi , lasciami dire, nessuno ha interpretato come te la nostra vincitrice: tra questo disegno e quello destinato a Cristian , veramente non saprei scegliere!!!!! Grazie e baci

    RispondiElimina

Ditemi la vostra!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...