POST RECENTI

lunedì 7 maggio 2012

Sbrisolona di riso, mais e quinoa

Innanzitutto scusate per le foto. Ero di fretta, e si vede.. purtroppo quando me ne sono accorta di sbrisolona non ce n'era più.. magari rimedierò la prossima volta!!
La prima volta che ho visto questa versione di Luca Montersino della sbrisolona, tipico e golosissimo dolce di Mantova, ho avuto la conferma della sua genialità.
Inotre, bisogna riconoscergli una grande lavoro di ricerca che lui effettua per proporre delle golosità che vadano a braccetto con la nostra salute. Non a caso la sua attività si chiama: Golosi di Salute.
Montersino ha sostituito il burro (uno degli ingredienti principali della sbrisolona) con il suo Burrolì , una sana alternativa al burro, tutta vegetale (burro di cacao, olio evo e olio di riso)  elaborato da lui e dal pasticcere Fabio Ciriaci.
Pur non disponendo né del Burrolì né della farina di mais, mi sono voluta lanciare ugualmente nella riproduzione di una sbrisolona salutare come quella di Montersino, con qualche variazione..
Risultato:  molto sbrisolona, molto gustosa e croccante! In più: SENZA GLUTINE!
Perfetta per accompagnare un caffè a fine pasto o per sgranocchiare qualcosa di sano durante il giorno!
Consiglio: provatelaaaaa!!!!
Ecco la mia versione:

Ingredienti:
100 gr quinoa
100 gr farina di riso
50 gr amido di riso
6 cucchiai di zucchero di canna
50 gr mandorle
¾ di bicchiere di olio di girasole spremuto a freddo bio
Acqua q.b.
scorza grattugiata di 1 limone bio
succo di mezzo limone
½ cucchiaino di lievito in polvere
Per decorare:
una decina di mandorle intere
zucchero di canna q.b.

Tritate col mixer le mandorle.
In una ciotola mescolte la quinoa e le mandorle tritate e la farina di riso. Aggiungere l’amido di riso, lo zucchero di canna, la scorza e il succo di limone.
Mescolare ancora ed aggiungere l’olio e impastare aggiungendo acqua fredda fino ad ottenere un composto simile a sabbia bagnata.
Bagnare e strizzare bene un foglio di carta da forno e foderare una teglia per crostata.
Disporre il composto con le mani, distribuendolo uniformemente.
Cospargere la superficie con altro zucchero di canna e decorare con qualche mandorla intera.
Infornare a 170°C per 40 minuti forno statico + altri 3-4’ con funzione grill.
Una volta pronta, togliete la teglia e lasciate la torta solo con la carta da forno sulla griglia del  forno, tenendo semiaperto lo sportello (ciò aiuterà ad asciugare bene la torta senza residui di umidità).
Lasciatela raffreddare completamente e servite.
GNAM!




Approfitto del momento per ringraziare pubblicamente le tre bloggers che mi hanno assegnato il premio Liebster Blog: Alessandra del blog Uno scoiattolo in dispensa che abita a Edimburgo e studia là (fortunella!!) e ogni volta che visito il suo blog è un tuffo nel passato , la mitica Sabrina Boschetti  illustratrice fantastica e Chiara di Chiara: le mie ricette! una nuova amica food blogger che ne sforna di belle!! Grazie ragazze!!




Le regole sono queste:
1. Mettere il premio nel proprio blog
2. Darlo ad altri 5 blog cari con meno di 200 followers
3. Avvisare i destinatari con un messaggio sul blog.


Scusatemi, ma non sapendo veramente chi scegliere fra le tante bloggers che mi passano a trovare e con cui mi sento veramente in sintonia, lo dono a tutti voi, che giorno dopo giorno mi fate sentire la vostra presenza, dandomi i vostri pareri e consigli, ma soprattutto, come ho già detto, un'amicizia virtuale che spesso non ha niente da invidiare a quella "reale".








35 commenti:

  1. rende benissimo la foto, ti è ventuta benissimo, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, anche se a me sembra il contrario dalla foto!!!

      Elimina
  2. ciao, adoro i dolci croccanti con frutta secca, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me, e con la farina di riso viene veramente super croccante!

      Elimina
  3. che bella questa versione e ho proprio ancora un po' di quinoa che non sapevo come utilizare. per quanto riguarda il burro, beh anche io vorrei cercare di usarlo meno possibile seppur sia tanto buono.
    un bacione e grazie per questa favolosa sbrisolona.
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti va provala, poi mi fai sapere!! anche a me piace moltissimo il burro ma ho deciso di tagliarlo...almeno fino a che ci riesco! baci

      Elimina
  4. buonissima questa sbrisolona, e geniale l'idea del gluten free... sto proprio cercando delle ricette gluten free, per fare un regalino ad un'amica che ha dovuto recentemente dire addio al glutine :-)
    P.S.: si' lo so, sono proprio fortunella ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello in Scozia (Edimburgo compresa) è stato uno dei viaggi più belli che ho fatto finora! anche io ho un'amico celiaco, e la rifarò presto per lui! bacioni!!

      Elimina
  5. adoro la sbrisolona mai provata con la quinoa rimedierò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è la prima volta! se la provi vedrai che ti piacerà!! bacioni!

      Elimina
  6. si si si ! finalmente qualcosa alla quinoa!!
    noi a casa stiamo comprando solo quella ultimamente!
    mi ricorda un pò la famosa sbrisolona di mantova e la proverò, anche perchè la quinoa è gluten free ed è l'unica farina che il dott. Mozzi suggerisce (un guru nutrizionista seguito da mio marito).
    bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora ho colpito nel segno!! grazie e un bacione!

      Elimina
  7. Hai un blog stupendo!
    posso suggerirti un concorso?
    devi semplicemente fotografare i ristoranti presenti sulla lista e vinci una Canon!
    visto che mi sembri davvero brava a scattare le foto perchè non partecipi?
    il concorso lo trovi sul sito di Santa Cristina.

    ciao
    federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del complimento! ho dato un'occhiata, vedrò cosa riesco a fare.. grazie della segnalazione! a presto!

      Elimina
  8. Mi sembra un'ottima ricetta!!!sana e gustosissima!!!!Brava davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuta molto, croccante e saporita. La rifarò presto! bacioni!!

      Elimina
  9. Già mi piace la sbrisolona, con questa tua versione alleggerita non mi sentirei neanche in colpa a mangiarne due fettone :D

    RispondiElimina
  10. Hi Francy, thank you for dropping by my blog. Your dessert look great an awesome, yummy...

    Have a great week ahead. regards.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi Amelia, I am sorry I had no time to translate it into english.. you can find a few posts in english too here in my blog. See you soon!

      Elimina
  11. insomma, hai proprio deciso di stupirmi con gli effetti speciali della cucina sana ma bbbuona!!!... vado a studiarmi la quinoa... ^_^

    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me sono tutte scoperte ed esperimenti! ma devo dire che mi piace e mi diverte!

      Elimina
  12. e la to do list si allunga...sono una amante della quinoa,questa ricetta fa proprio gola:)

    RispondiElimina
  13. Sono una fan di Montersino però troco che un po’ spesso ha il “difetto” di usare prodotti non proprio alla portata dei comuni mortali senza fornire delle alternative. In questo caso però te la sei cavata non alla grande...di più :) Mi ispira un sacco questa versione della sbrisolona, eccome se rende la foto :) E ho anche un mezzo pacchetto di quinoa che non aspettava altro che di essere utilizzata. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te, gli ingredienti che usa delle volte non li ho neanche sentiti nominare, ma spesso da delle alternative più "comuni"! comunque lo adoro, sono una sua grande fan! grazie cara, se la provi poi fammi sapere!! bacioni!

      Elimina
  14. Ciao cara, al ritorno da Paestum uno dei miei primi pensieri è stato quello di venirti a trovare, e con grande piacere trovo uno di quei dolci che io gradisco particolarmente.
    Anche io mi devo votare ad alternative più salutari:in questi giorni ho assaggiato di tutto e,come se ne fossi n a corto, ho fatto grandi scorpacciate di mozzarella. Sono lievitata tanto!!!
    Ma visitare tutti i miei blog preferiti non mi aiuta proprio a stare a dieta.Aiutoooo!
    Intanto ti saluto,a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata!!! non vedo l'ora di sentire e vedere il resoconto sulla vacanza! chissà che bontà hai mangiato!! attendo il post, nel frattempo ti consiglio di provare questa sbrisolona light! bacioni

      Elimina
  15. E se tu mi consigli di provarla e di mangiarla... come faccio a dirti di no? Solo tra un mesetto, però. Ho preso 4 chili da ottobre a oggi... prima che diventano più chili sto a dieta. Infatti mi sa che posterò solo ricette dietetiche per un po' (ma tu ci credi??? hahahahaha!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Elly che questa versione della sbrisolona la puoi mangiare senza sensi di colpa! anche io sono lievitata un pò, e devo stare attenta alla linea, per questo ho variato la ricetta originale, rendendola "light"! bacioni

      Elimina
  16. La tua sbrisolona è deliziosa, mi attira l'idea di preparla con la quinoa! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata una piacevole scoperta anche per me! provala, vedrai che ti piacerà! bacioni!

      Elimina
  17. Sono d'accordo, Francesca, anche io cerco di mangiare sano..anzi, diciamo che sto facendo dieta e praticamente non sto mangiando nulla, sob! Ma un pezzo di questa tua sbrisolona, non potrà certo farmi male, sana come è!!
    :-)un abbraccio, hai visto che è andato tutto bene...meno male, meno male..;-)
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che non ti fa male, anzi! sì, ho visto il tuo messaggio e ti ho risposto su Facebook, sono contentissima per te!!!!!!!!!!!! bacioni!!

      Elimina
  18. Bellissima sbriciolata, inedita per me, peccato che non sono capace nel farla.
    Pazienza osservo e mi dispero........

    RispondiElimina

Ditemi la vostra!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...